L’Arca

Accessibile a tutti, questa produzione multidisciplinare, forte e traboccante di fantasia, getta uno sguardo acuto sul fragile equilibrio tra l’uomo e la natura.
Degli acrobati, un musicista virtuoso e immagini mozzafiato apportano nell’immaginario del pubblico la sensazione che l’avvenire del mondo dipende dalla responsabilità di ciascuno.
Il titolo suggerisce a ciascuno di noi come oggi deve riempire la sua Arca.
Quali specie andiamo a scegliere, e in base a quali criteri per invitarli ad entrare nell’Arca, la nostra casa, il nostro futuro?

Età consigliata : pubblico di ogni età (da 10 anni)
Lingua : universale, senza parole
Durata : 75 minuti

JPG - 17.2 Kb

Gruppo

Rassegna stampa

Calendario

Scheda tecnica

Lo spettatore dice ...


Gruppo

Distribuzione

Da un’idea originale di :
Reggi Ettore
Lorena Corradi

Consulente alla realizzazione dello spettacolo e ideatore costumi :
Pascal Jacob

Musiche :
Denis Gougeon

Regia :
Julie Lachance

Concezione e realizzazione multimediale :
Pier Chartrand et Bernard Duguay

Illustrazioni :
Pier Chartrand

Assistente alla composizione elettronica e improvvisazione :
Merlin Ettore

Aiuto all’ideazione e realizzazione dei costumi :
Michel Vaudrin

Luci :
Adrien Pujolle

Produzione :
L’Arsenal

Pascal Jacob, Consulente alla realizzazione dello spettacolo e ideatore costumi
Pascal Jacob è storico del circo e dello spettacolo dal vivo. Appassionato da sempre del circo e dei suoi misteri, regista e scenografo per il teatro e l’opera, autore e professore, assistente di Alain M. Pacherie, direttore artistico del Circo Phénix a Paris.
E’ autore prolifico, autorità indiscussa del settore e convinto della necessità di trasmettere la conoscenza di quest’arte, Pascal Jacob insegna storia del circo nella maggior parte delle scuole superiori e più precisamente a Rosny-sous-Bois, Bruxelles, Montréal e al Centro Nazionale Delle Arti del circo di Châlons in Champagne.

Denis Gougeon, compositore
Denis Gougeon è uno dei compositori più in vista della sua generazione Riceve numerose commissioni da gruppi e interpereti del Canada e dall’estero, sia per la musica da concerto che per il teatro e il balletto. La sua musica è accessibile, dinamica e molto melodica.
Nel novembre 2000, il Consiglio quebecchese della musica gli ha conferito il Prix Opus di compositore dell’anno. In coppia con Yves Daoust, ha firmato la musica degli spettacoli Planète Baobab e Alice, produzioni de L’Arsenal.
Denis Gougeon si descrive come un compositore «intuitivo» che desidera toccare direttamente l’ascoltatore attraverso le emozioni.

Julie Lachance, regista
Proviene dall’ambiente della danza, Julie Lachance lavora da oltre 20 anni nell’universo del circo québécchese in veste di coreografa, regista e insegnante.
Che sia attraverso gli spettacoli a gran spiegamento, o di piccole dimensioni o il lavoro di ricerca stretta con gli artisti indipendenti, lei accede alla creazione nell’arte del circo attraverso un approccio globale promuovendo la fusione delle forme e dei generi.
Tra le numerose creazioni alle quali ha collaborato, si evidenziano Dralion (Cirque du Soleil), Chameleon et Synfunia (Salto Natale, Svizzera), Ulalena (Maui Myth and Magic, Hawaii), My Dance et Do I know you? (Sandy Silva), Celui qui a des yeux (Produzione à Trois Têtes) e oltre quindici produzioni della Scuola nazionale di circo di Montréal.

Pier Chartrand, ideatore video
Pier Chartrand, dal 1980 ha acquisito un’esperienza professionale in infografia, illustrazione, taglio tecnico, direttore di fotografia, direttore artistico e realizzatore video.
Ha ideato anche manifesti per esposizioni, per l’opera teatrale e la cinematografia, cataloghi per esposizioni e animazioni 3D su molteplici richieste.

Bernard Duguay, Lucion Média, realizzazione multimedia
Da 10 anni Lucion Média si specializza nella produzione multimedia per la scena. Il teatro di studio riproduce le condizioni della scena per testare la scenografia, le proiezioni, le luci e le prestazioni.
E’ divenuto un centro di esplorazione utilizzato da molti artisti visivi.

Merlin Ettore, compositore
Artista di ultima generazione, Merlin Ettore ha numerose esperienze musicali al suo attivo. Con il quartetto Fugha, nell’inverno 2004 ottiene il ‹‹ Prix Du Public ›› al concorso Cégeps en Spectacle. E’ cofondatore, batterista e compositore per cinque gruppi musicali con i quali si è esibito, a Montréal, Québec e Toronto, Milano, Berlino e New York.
Nel 2007 compone un’opera per sei percussionisti per l’inaugurazione della manifestazione Symphonie portuaire à Montréal.
Nel 2008 è assistente alla composizione delle musiche per lo spettacolo L’ARCA per il quale firma la parte elettronica e acustica.
Ha collaborato con musicisti di fama internazionale quali: Don Preston, tastierista di Frank Zappa, Pat Mastellotto, batterista di King Crimson e il leggendario batterista Jazz Guy Nadon.

Michel Vaudrin, aiuto alla ideazione e realizzazione dei costumi
Michel Vaudrin inventa abiti da spettacolo, costumi che stanno à metà strada tra la moda e la scultura. Crea a partire da materiali bizzarri di opere inedite. Ha presentato le sue creazioni nel corso di una sessantina di sfilate, spettacoli e prestazioni.

Rassegna stampa

Inno alla natura e alla fisicità (...) Messaggero Veneto - 4 febbraio 2011 (PDF)

L’Arca, Manfredonia.net Magazine - 30 gennaio 2011 (PDF)

Touching people’s souls, Translation from the Journal Montreal - 16 October 2010 (PDF)

La Presse

ARTE DEL CIRCO / L’Arca
Incantesimo alla TOHU

E’ oggi che cominciano le rappresentazioni dell’Arca, il nuovo spettacolo multidisciplinare ideato dall’ équipe de L’Arsenal. Se si fa fede sul sunto che ci è stato presentato ieri al debutto del matinèe, la produzione incanterà sicuramente il suo pubblico. L’Arsenal è stato fondato nel 1978 da Lorena Corradi e Reggi Ettore, diplomatisi al Conservatorio Verdi di Milano, i quali si sono fin da subito interessati alla pedagogia musicale e alle sue possibilità. Ideatori di eventi musicali, da oltre 30 anni L’Arsenal si pone come obiettivo la promozione della musica da concerto presso i giovani e meno giovani raccordando differenti discipline in modo originale. La compagnia d’altronde ha già incontrato più di tre milioni di bambini in Canada, negli Stati Uniti, in Europa e in Asia. Questa volta unendo il suono alle tecniche circensi, L’Arsenal sembra voler lasciare ancor più il posto al messaggio. Intenso, lo spettacolo L’Arca evoca il rapporto ambiguo tra l’uomo e la natura. La musica dunque qui si lega ad un manifesto poetico affascinante. Raramente le tecniche circensi sono state così comunicative e abilmente integrate ad un tema. Giocando sulla tridimensionalità dello spazio, L’Arca presenta un universo tutto in immagini dove l’uomo si gioca il suo habitat naturale per il meglio e per il peggio. Con l’aiuto di uno schermo trasparente, possono riflettersi proiezioni in cui i protagonisti compiono evoluzioni in una scenografia profonda e avvincente, dove le farfalle sembrano volare in piena libertà. La qualità dell’immagine di Pier Chartrand e Bernard Duguay è senza dubbio gran cosa, ma si manifesta pienamente nell’insieme di una coesione che raramente si ritrova in questo genere di progetto. La presenza del percussionista Merlin Ettore sulla scena dà il ritmo a questa strana coabitazione dell’uomo e della natura, illustrata per esempio, dalle acrobazie. Ma mai si capirà che la prodezza tecnica è l’oggetto del numero. Qui si apre una porta su un altro linguaggio, colorato, metaforico piuttosto che alla ricerca di impressionare attraverso il virtuosismo fisico. C’è anche un clown che si sfinisce a far ridere un pappagallino affinché se ne voli via e i birilli bianchi che lanciati in aria diventano delle otarde. Gli edifici che avanzano sulla foresta e il canto degli uccelli che si trasforma furtivamente in un concerto di betoniere allorché il fumo prende d’assalto gli alberi, lasciando i giocolieri nel tentativo di salvare quel che resta. Magnifico. Ci son voluti tre anni all’équipe dei creatori per raggiungere questo risultato. Un’èquipe che d’altronde si compone di più ideatori di provata esperienza e dello storico del circo Pascal Jacob. Con questo spettacolo la Tohu inaugura anche le sue "Escale Cirque", una nuova serie di spettacoli che tenteranno di far scoprire al pubblico le arti circensi nelle nuove forme. Con la ricchezza di questo spettacolo in apertura, tutte le speranze sono concesse…

L’Arca, alla Tohu. Questa sera alle ore 19.30 Sabato alle ore 14 e alle ore 19.30 Domenica alle ore 14 e alle ore 19.30 514 376 TOHU (8648)
23 novembre 2007
Jade Bérubé

Le Devoir

Circo musicale per il pianeta
L’Arca fa scalo a Tohu

Un’arca di Noè moderna butterà presto l’àncora a Tohu. Sul confluente del circo e della musica, l’Arca, ultima creazione de L’Arsenal, si appresta a vogare sulle acque agitate della biodiversità per lanciare un S.O.S per il pianeta. Spettacolo di circo impegnato? Perché no. Gli ideatori de l’Arca avezzi agli spettacoli d’iniziazione alla musica, si concedono questa volta una netta uscita nel terreno ecologico con un racconto interamente dedicato ad un mondo animale in pericolo. Su una musica originale di Denis Gougeon, L’Arsenal mette piede per la prima volta sulla pista del circo e getta uno sguardo acuto sul fragile equilibrio tra l’ uomo e la natura. “Ogni secondo, ogni ora, ogni giorno che passa un fiore, un insetto, una specie vivente, talvolta sconosciuto, sparisce.” E’ su questa trama sensibile che hanno scelto di ricamare gli ideatori Lorena Corradi e Reggi Ettore che sono al loro 20esimo spettacolo, oltre 30 anni dopo la fondazione della loro compagnia. “Noi vogliamo evocare questa fragilità provocata dall’azione umana. Ma sta ad ogni spettatore farsi una propria idea e una propria storia, questo non è un messaggio al primo gradino. Noi non siamo mai stati spinti ad offrire il tutto già pronto in bocca al pubblico” sostiene in un’intervista Lorena Corradi condirettrice artistica de L’Arsenal con Reggi Ettore. Allegoria dell’arca di Noè, gli animali dei giardini zoologici del pianeta, giocheranno nell’Arca il ruolo di ambasciatori degli spazi minacciati. Evocato per mezzo di proiezioni multimediali richiamano poco a poco la caccia tradizionale oppure le danze rituali, il rapporto tra l’uomo e il popolo animale servirà da sfondo alle esibizioni degli artisti. La musica scritta espressamente per questa nuova creazione caratterizza l’unico filo conduttore di questa recita zoologica senza parole. Composta da Denis Gougeon collaboratore di lunga data de L’Arsenal, la trama musicale contemporanea ha dettato l’evolversi dei numeri circensi creati specificatamente per l’Arca. “Al circo ci sono abitualmente i numeri che guidano le scelte musicali. Nel nostro caso è stato il contrario. I numeri sono stati sviluppati in funzione della musica” dichiara la signora Corradi. Pascal Jacob, storico del circo e appassionato della pista ha messo le mani alla creazione e disegnato i costumi. Marc Proulx e Pier Chartrand hanno rispettivamente firmato la regia e l’ideazione visiva. Cinque artisti dividono la scena con Merlin Ettore, batterista e percussionista e compiono evoluzioni in numeri di danza contemporanea, di mano in mano, di tessuto aereo e di acrobati al suolo. Dopo aver sedotto con Planète Baobab, un racconto ispirato al Piccolo principe di Saint-Exupéry che nel 2000 ha ricevuto il Premio Opus di spettacolo per pubblico giovane conferito dal Consiglio quebechese della musica, L’Arsenal viene alla carica con l’Arca questo wee-kend alla Tohu, fino a dicembre al Centro Leonardo Da Vinci e il 2 e 3 aprile 2008 alla Quinta sala di Place des Arts.
17 novembre 2007
Isabelle Paré

The Gazette

All aboard The Ark, 17 November 2007 (PDF)

Per informazioni supplementari:
Reggi Ettore (direttore artistico)
Posta elettronica reggiettore@arsenal.ca

Calendario

2013

Febbraio 2013
2013-02-02 Teatro Sociale, Como, Italy
2013-02-03 Gran Teatro Geox, Padova, Italy
2013-02-05 Teatro della Regina, Cattolica, Italy
2013-02-07 Teatro Massimo, Pescara, Italy
2013-02-08 Teatro De Andrè, Casalgrande, Italy
2013-02-09 Teatro Colosseo, Torino, Italy
2013-02-12 Teatro Cristallo/Nuovo, Bolzano, Italy
2013-02-13 Teatro Cristallo/Nuovo, Bolzano, Italy
2013-02-14 Teatro Verdi, Pordenone, Italy
2013-02-15 Teatro Verdi, Pordenone, Italy
2013-02-16 Teatro Giuditta Pasta, Saronno, Italy
2013-02-19 Teatro Politeama Genovese, Genova, Italy

2013-02-20 Teatro Auditorium, Lugano, Switzerland

2013-02-25 Theatre Cankarjev Dom, Lubiana, Slovenia
2013-02-26 Theatre Cankarjev Dom, Lubiana, Slovenia

2012

Aprile 2012
Marie-Gérin-Lajoie Theatre, Montréal, Québec

2011

Aprile 2011
The closing show of The Montreal’s Games 2011, Montréal, Québec

Marzo 2011
Centre des Arts Juliette-Lassonde, Saint-Hyacinthe, Québec

Febbraio 2011

Teatro Giovannni da Udine, Udine, Italy
Teatro Saschall, Firenze, Italy
Teatro Lyrick, Assisi, Italy
Teatro Cristallo, Bolzano, Italy
Palais Saint Vincent, Saint Vincent, Italy
Palabrescia, Brescia, Italy
Teatro delle Celebrazioni, Bologna, Italy

Jannaio 2011

Teatro Kennedy, Fasano, Italy
Teatro San Michele, Manfredonia, Italy
Teatro Paisiello, Lecce, Italy

2010

Ottobre 2010
Denise-Pelletier Theater, Montréal, Québec

Settembre 2010
Shanghai Center Theater, Shanghai, P.R.C.

Febbraio 2010
Sai Wan Ho Civic Center, Hong Kong, P.R.C.

Jennaio 2010
Official launch of the International Year the Biological Diversity
Pierre-Mercure Theater at the Pierre-Péladeau Center, Montréal, Québec

2009

Novembre 2009
Alphonse-Desjardins Theater
Cultural Center of Rivière-du-Loup, Rivière-du-Loup, Québec

Desjardins-TELUS Theater, Rimouski, Québec

Regional Desjardins Theater, New Richmond, Québec

Pauline-Julien Performing Art Center, Sainte-Geneviève, Québec

Maison de la culture Rivière-des-Prairies, Montréal, Québec

Ottobre 2009
Place des Arts, Montréal, Québec

Settembre 2009
25th Open House Arts Festival
The John F. Kennedy Center for the Performing Arts, Washington, DC, USA

Maggio 2009
Macao Arts Festival
Macao Cultural Centre, NAPE, Macao, P.R.C.

The opening show of The 5th World Environmental Education Congress
Palais des congrès, Montréal, Québec

2008

Dicembre 2008
Place des Arts, Montréal, Québec

Novembre 2008
TOHU, Montréal, Québec

Scheda tecnica

ARCA scheda tecnica (PDF)

Lo spettatore dice ...

“Visione interessante che esce dall’ordinario…
Un bell’omaggio alla terra, alla natura e alla sua preservazione… Un circo unico nel suo genere! Uno spettacolo di una bella sensibilità con immagini incredibili dagli effetti visivi che esulano dall’ordinario. Uno spettacolo che invita alla riflessione… Per tutta la famiglia!”
Lyane G.

“Serata interessante.
I miei invitati hanno adorato la loro serata. Soprattutto sono stati contenti di scoprire questa sala, la sala Pierre Mercure. Quanto allo spettacolo, questo è stato assolutamente superbo, ci ha sensibilizzato ancor più alla causa”
Martin C.

“Spettacolo fantastico !
Io mi sarei volentieri oltrepassato la presentazione accademica soporifera, ma lo spettacolo è stato comunque ben al di sopra delle mie aspettative, la mescolanza di musica live, di proiezioni e di arte circense era sbalorditiva anche se a volte la rappresentazione era molto astratta e difficile da comprendere; l’emozione riusciva sempre, gli artisti hanno offerto una rappresentazione di virtuosismo acrobatico“
Emile G.

“Eccellente spettacolo.
Io raccomando a tutti di vederlo, molto dinamico e dalla buona presa di coscienza della nostra responsabilità verso l’ambiente.”
Serge G.

“L’immaginazione al servizio di una causa.
Combinare l’ecologia e le arti della scena era una sfida, ma farlo con tanto di creatività e di interesse è stato geniale. Mi hanno impressionato dall’inizio e … era troppo corto. Speriamo che ci daranno altre rappresentazioni a Montreal per farlo conoscere tra l’altro agli amici.” Jacques L.

“Inedito e riflessivo.
Tecniche medianiche particolari ed innovatrici con il tridimensionale e gli artisti in azione attraverso l’oceano, le fabbriche, le foreste , etc. Musica originale con l’eccellente percussione che colpiva il cervello e obbligava a non restare indifferente alla biodiversità“
Daniel B.

“Grandioso.
Montaggio favoloso. Spettacolo interessante e colto. Questo spettacolo cattura la nostra attenzione dall’inizio alla fine. Bravi a tutti.”
Madaleine P.

“La realtà e quel che s’inventa!”
Realista, io lavoro nel settore industriale-costruttivo di ogni genere, delle miniere, della siderurgia, delle raffinerie di petrolio, dello zucchero passando per i farmaceutici e l’alimentare e tutto questo da oltre 40 anni e ovunque, per essere onesto, è una vera devastazione. Io oso sperare che si può ancora salvare il pianeta. Trovo che questo è un gran buon lavoro artistico, il giocoliere, il batterista, in breve tutto. Grazie a tutti coloro che hanno cooperato da vicino e da lontano.”
Mario Q.

“Original use of circus arts to communicate an important subject.
The combo of multimedia with circus arts and music offered a very creative way to tell the story of an important subject”
Karen H.

_8987_orage_pdr
4277-2